martedì, marzo 24

Pubblico o cittadini?

...... passare dal filosofo Tocqueville, che paventava la tirannia della maggioranza, alla dittatura del televoto, rappresenta una transizione piuttosto radicale. Tuttavia l'evoluzione risulta anche essenziale per osservare come il consenso politico tende a secolarizzarsi e a trasformarsi in puro indice di gradimento. Con il televoto il gusto si esprime senza filtri. Si riconosce nei protagonisti che ballano, cantano, litigano. La società si mostra per quello che è.

E allora, se si presenta un filosofo o qualcuno della prima Repubblica che pretende di spiegare come la democrazia sia una faccenda di mediazioni, basta cambiare alla svelta canale, e passare al prossimo televoto.

Edmondo Berselli

Nessun commento: