mercoledì, aprile 22

Modernariato

Tanto per restare in tema Brunetta, oggi presentiamo l'ennesima bufala del ministero: il JumPC, il nuovo PC che verrà dato in dotazione ad ogni studente, secondo il ministro. Alle scuole non carta igienica ma PC, è già un risultato. Certo che come innovazione è stupefacente: sistema operativo Windows XP Home, processore da 900 MHz, RAM da 512 Mbyte, HD da 2 Gbyte, schermo da 7" e un design da anni '50. Non c'è che dire. Niente sistema operativo libero e software proprietario (bisogna spendere per aggiornare), niente open source. Perché? A chi giova? Chi ha vissuto nella scuola i primi anni dell'informatizzazione, ricorderà certamente l'operazione Olivetti M80, che riempì i laboratori di calcolatori obsoleti e inutilizzabili, ma consentivano di affermare di avere un laboratorio di informatica. A queste condizione conveniva acquistare il laptop progettato da Negroponte che ".... ha alcune caratteristiche che lo rendono facile da usare, proprio come un giocattolo. Viene azionato da una semplice manovella. Lo si ricarica con l'energia solare o con una pompa a pedale. E ha un sistema operativo basato sull'open source Linux....", che almeno costa la metà e oltre a far funzionare mani e cervello, può risolvere il problema di educazione fisica nelle scuole che non hanno palestra.
(P.S. - fig. 1 JumPC, fig. 2 PC Negroponte)

Nessun commento: