venerdì, maggio 29

Diritto alla dignità

..... Qualunque piano si porti avanti, qualunque progetto venga ritenuto prioritario, qualunque pacchetto di aiuti si concordi, non ci sarà soluzione duratura al problema della povertà se i diritti umani non saranno posti al centro della questione. Proteggere i diritti di chi vive in povertà non è solo un’opzione: è un elemento essenziale di qualunque soluzione. 

Le persone che vivono in povertà non soffrono soltanto per la mancanza di mezzi, ma vivono in trappola: escluse, senza possibilità di parola e minacciate da violenza e insicurezza. I diritti umani sono la chiave per farle uscire da quella trappola. Il rispetto dei diritti umani esige l’inclusione, esige che le persone abbiano voce in capitolo ed esige 

che chi sta al potere faccia in modo che le persone possano vivere libere dalla paura e dal bisogno. Il pieno rispetto dei diritti umani impone di riconoscere che tutti hanno il diritto di vivere con dignità e che tutti hanno il diritto a cibo, acqua, assistenza medica di base, istruzione e alloggio. Per le persone in povertà, queste richieste, codificate in un impressionante corpo di norme giuridiche internazionali e standard universali, sono uno strumento per trasformare gli equilibri di potere che le costringono a rimanere povere. 

 ...... Se i governi continueranno a rinchiudere i poveri nelle loro baraccopoli, nelle loro camere di tortura, nei loro bracci della morte, nei loro campi profughi, nella loro povertà, quando diranno che l’economia sta crescendo non gli daremo più retta. Anche quando l’economia non cresce non solo è possibile, ma anche essenziale, agire per aiutare le persone in povertà a sfuggire alle trappole che le mantengono povere. Noi sappiamo che le violazioni dei diritti umani provocano e perpetuano la povertà. E che la povertà riconduce direttamente a tali violazioni.


dalla nuova campagna di Amnesty International

Nessun commento: