mercoledì, giugno 24

Calma e gesso

Quello che più mi ha colpito in tutta la vicenda “veline” è stato il silenzio degli organi vaticani, così pronti a esprimere il loro parere su preservativi, fecondazione assistita, testamento biologico. Insomma il Vaticano si preoccupa moltissimo di quello che succede nel letto degli italiani (un po’ meno per il resto del mondo), ma in questa storia, che è soprattutto di letti, silenzio. Poi, scorrendo con calma le notizie, piano piano qualche voce comincia a sentirsi. Inizia un parroco che invia una lettera aperta al suo vescovo, poi un vescovo chiede chiarezza. A questo punto anche l’organo di stampa dei vescovi si muove. Alla fine quello che più colpisce è la risposta alle lettere al direttore di un importante settimanale cattolico. Forse qualche cosa si muove.

Nessun commento: