martedì, agosto 4

Pecorelle smarrite

Le campane del paese cominciarono a stonare in una mattina di luglio, Preoccupato il parroco salì sul campanile e, con grande disappunto, noto una crepa piccola piccola nella campana maggiore, quella che serviva per chiamare alle funzioni i fedeli. La parrocchia aveva solo pochi euro in cassa, i fedeli distratti, senza campane, avrebbero disertato le funzioni. Che fare? Si ricordò allora di una storiella che girava per il paese, una storiella di parrocchiane allegre, di un sindaco che si dava da fare durante i momenti liberi, quando la moglie era lontana, dei sermoni che aveva iniziato a tenere sulla sacralità del matrimonio ... Chiese un appuntamento al sindaco, appuntamento privato. Il mercoledì successivo, giorno di giunta, l’amministrazione approvò un finanziamento straordinario per la sostituzione della campana maggiore per motivi di interesse pubblico. La domenica il sermone del parroco, neanche a farlo apposta, parlava di pecorelle smarrite, di pentimento e di perdono. I casi della vita. (Nota dell’autore: i fatti raccontati sono frutto di fantasia e non hanno alcun riferimento alla vita reale).

Nessun commento: