martedì, ottobre 6

Sera d'autunno

L’altra sera, tornando a casa, ho provato una strana sensazione, un disagio percepito a fior di pelle. Non capivo da dove venisse. Poi all’improvviso ho capito. Le strade erano deserte. Nel ritorno devo percorrere pochi chilometri in un’area, tra la pianura e le colline, parecchio urbanizzata. Sulla strada rare automobili, in paese nessun passante, come se tutti fossero spariti per magia. Fino a pochi anni fa le sere erano animate: veicoli in movimento, ragazzi per la strada o nei parchetti, persone a passeggiare, bar animati dagli avventori. Questa sera, come tutte le sere precedenti, paesaggio da day-after. Tutti chiusi in casa, tutti nel proprio bozzolo. Sì, manca proprio l’ottimismo, visto che la crisi non c’è.

Nessun commento: