venerdì, dicembre 24

mercoledì, dicembre 22

... e se fossimo vecchi?

Un dubbio mi assale e una paura sottile si insinua nel mio animo. Io uso ancora la posta elettronica ...

martedì, dicembre 21

... anche da parte mia.

Ai Parlamentari Italiani (con poche eccezioni) 

Raccomandata A.R. 

Oggetto: notifica di licenziamento

Egregi Signori,
siamo spiacenti di informarVi che abbiamo deciso di rinunciare alla Vostra collaborazione. Tale provvedimento viene adottato per la seguente motivazione:  
  • sottrazione di beni aziendali nell'esercizio delle proprie mansioni (specie se fiduciarie)
  • condotta extralavorativa penalmente rilevante ed idonea a far venir meno il vincolo fiduciario
  • abbandono ingiustificato del posto di lavoro  
  • reiterate violazioni del codice disciplinare di gravità tale da condurre al licenziamento (basterebbe la rissa di ieri)
  • rifiuto ingiustificato e reiterato di eseguire la prestazione lavorativa/insubordinazione

Per i giorni di mancato preavviso non Vi verrà corrisposta alcuna indennità sostitutiva.
Vi invitiamo a prendere contatto con l'Ufficio Personale per il ritiro delle Vostre spettanze e dei documenti lavorativi.
 
Distinti saluti.

Il Popolo Italiano e, umilmente, Roberto il Grigio
(grazie a viv)

lunedì, dicembre 13

La vera Italia

Come il sito Worldmapper fornisce una visione reale del mondo, così il sito sbilanciamoci fornisce una lettura interessante di un’Italia diversa da quella che ci raccontano. Si capisce allora perchè tutti vorrebbero abitare in Trentino. Utile per i colleghi che si interessano di storia, geografia, lettere e utile a tutti quelli che cercano di raccontare la verità.

domenica, dicembre 12

Deserto della libertà


Folla a Milano

Chi?

Milano, 12 dicembre 1969
Brescia, 28 maggio 1974

venerdì, dicembre 10

Mercato

Pare che le tradizioni agresti siano di nuovo di moda in questi giorni.

mercoledì, dicembre 8

Autunno deprimente

In queste tristi e grigie giornate di tardo autunno, solo un piatto come questo solleva il morale di un dì di festa …
“Per lo spiedo si utilizzano uccelletti, lonza o coppa suina, costolette, pollo e/o anatra, coniglio, salvia, burro, tutto d’origine nazionale, nulla congelato. Ciascun pezzo viene definito “presa” del peso approssimativo di 70/80 grammi. Sale d’origine non marina. Le prese devono essere inserite sugli “schidioni” facendo in modo che le pezzature di carne più compatta vengano alternate a quelle di carne più grassa o morbida, inframmezzate di una foglia di salvia.
Il calore necessario alla cottura solo dalla combustione di materiale vegetale, sconsigliato il castagno. Preparando le braci non direttamente nel tamburo, se viene utilizzato. Si al carbone vegetale, evitando che rilasci gas direttamente sulle carni. Il grasso che si scioglie nei primi 150 minuti di cottura va raccolto ed eliminato. Così anche il primo “passaggio” di burro che viene calato dall’alto, dopo che ha unto le carni e che si è depositato nella leccarda.
Poi le carni vengono salate e ripetutamente irrorate con il burro, secondo esperienza personale o tradizione familiare.
La cottura deve durare almeno 6 ore dando impeto alle braci negli ultimi 15 minuti per rendere croccante la suferficie delle carni. Le carni devono essere servite calde. Si sconsiglia di riscaldare le carni, preferire piuttosto il consumo a temperatura ambiente una volta raffreddate. Le patate, o grosse fette di pane, si utilizzano solo all’estremità degli schidoni per evitare il contatto della carne con il metallo.”
Sicuramente alcuni lettori arricceranno il naso al pensiero degli ucelletti, ma vi assicuro che sono assolutamente necessari come la polenta di grano saraceno ...

sabato, dicembre 4

mercoledì, novembre 24

Ricordi didattici ...

Dopo tante spiegazioni, lavori di gruppo, ricerche, discussioni per definire di cosa si occupasse la “materia” tecnologia con i ragazzi delle prime, ecco una sintesi ripescata dall’archivio storico dei miei ricordi. Mi è particolarmente cara perché Romano era un bambino dal passato doloroso a cui il futuro ha riservato, per fortuna, un destino diverso (dal suo quaderno compresi i piccoli errori ortografici).






martedì, novembre 23

Brutto anatroccolo

Confermo quanto detto precedentemente: da queste parti non siamo tutti così.

Conferma a tempo indeterminato

Quella del post precedente non era solo un'impressione.

lunedì, novembre 22

Giusto, ma non chiamatela scuola

Corretto che la comunità si occupi dei ragazzi che non possono godere di settimane bianche o di avere i genitori disponibili durante le vacanze. Giusto utilizzare le strutture scolastiche esistenti, ma non chiamatela scuola. La scuola è altro, anche se ho l’impressione che a molti genitori prema solo trovare un parcheggio per i figli e della c(o)ltura non si preoccupino più di tanto.

sabato, novembre 20

Metafora

Chissà perché al gruppo marmoreo di Venere e Marte, esposto a palazzo Chigi, hanno restaurato la mano e il pis …… ino. Forse perchè non potevano essere esposti senza i simboli del potere?

giovedì, novembre 11

Narciso

Questa mattina, guardandomi allo specchio, mi sono accorto di non possedere alcun talento; che la mia fantasia fatica a funzionare tanto da non sognare più; non mi sono sentito unico e speciale (passo e nessuno mi guarda); anche il mio bassotto quando passo si gira dall’altra parte. Poi mi sono ricordato che devo ricambiare un sacco di favori che mi hanno fatto e per questo mi sento leggermente sfruttato. Guardando un film mi commuovo fino alle lacrime e sono timido, mite e assai poco presuntuoso. Non sarò mai un buon politico.

lunedì, novembre 8

Il galletto (di compare Giacometo)

Non ci sono parole per questo bellissimo post, e questo pare il sottofondo giusto.

domenica, novembre 7

Da non perdere ...



... e per chi vuole approfondire qui.

martedì, novembre 2

Cialtrone o non cialtrone?

Oggi, dal salone dei ciclo e motociclo di Milano, mi sono sentito dare del cialtrone perché leggo i giornali ... Non è un problema: mi hanno già dato del coglione … io, comunque, con questo stile di vita non ho nulla a che fare.

giovedì, ottobre 28

Cari estinti



Lui non c'è più. Adesso come li suono i miei ricordi ...

lunedì, ottobre 25

Compleanno ...

Oggi mi sento un po' così ... 

domenica, ottobre 24

Lesa maestà

Vietato criticare in pubblico la riforma Gelmini, stiano attenti i circa 10mila presidi in giro per l'Italia: i dirigenti scolastici che oseranno dire la loro verranno puniti con la sospensione e la perdita fino a sei mesi di stipendio.Multe da 150 a 350 euro per chi ha un «alterco» con un genitore, o per i presidi che circolano senza cartellino di riconoscimento o non mettono la targa col nome sulla porta della stanza. Sanzioni, multe e divieti sono messe nero su bianco nel Codice disciplinare per i dirigenti scolastici, attivo da sabato 6 novembre, pubblicato il 21 ottobre sul sito del ministero dell'Istruzione. Insomma,esprimere pubblicamente, peggio ancora se con un'intervista, il proprio dissenso sui provvedimenti del ministro sarebbe «lesivo dell'immagine della pubblica amministrazione», alla faccia della libertà d'espressione. E per quelle che verranno considerate «manifestazioni ingiuriose nei confronti dell'amministrazione salvo che siano espressione della libertà di pensiero », i dirigenti scolastici rischiano la «sospensione dal servizio con privazione della retribuzione da un minimo di tre giorni fino ad un massimo di sei mesi».
Da Notiziario FLC di Brescia
W la libertà.

sabato, ottobre 23

Robin Threemountains

Continua la lotta allo stipendio fisso. Da gennaio nuove regole per l’indennità di buona uscita. Nell’ottica di risparmio del governo: dare di meno, togliere di più.

martedì, ottobre 19

Solo sogno?

In mezzo alle tante chiacchiere che sento (costretto da causa di forza maggiore) in televisione in questi giorni, mi frullano alcuni pensieri:
… l'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.
… e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.
… rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.
… riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto.
… ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un'attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società.
Sono allucinazioni dovute ai farmaci che sono costretto ad assumere?

domenica, ottobre 10

Italia?

… «Se il popolo italiano fosse fatto di studenti e professori l'Italia sarebbe libera da un pezzo. Ma studenti e professori non sono che un'infima minoranza. E il popolo, quello vero, sta da un'altra parte. Sta alla finestra. Guarda, aspetta di vedere come si mettono le sorti della battaglia, si prepara ad accorrere in soccorso del vincitore».
Giancarlo De Cataldo - da “I Traditori”

mercoledì, settembre 29

Scherzi da blogger

Blogger mi ha cancellato tutti i commenti dei post. Irrecuperabili. Come cavolo sia successo non lo so. Per fortuna ho salvato tutte le mail di avviso e non ho perso i vari commenti, ma sul blog sono stati completamente azzerati. Ad atri è successo un fatto simile? Antipatico, no? Ora mi impedisce di aggiungere immagini ...

martedì, settembre 28

Primo premio

Ho vinto il primo premio al quiz sul blog di Nocciolina. In verità devo dire che ho vinto facile perché da piccolo, ma già in grado di portare i calzoni lunghi, ero obbligato da mia madre a portare quegli infernali salvapantaloni (quanti ne ho persi). Il premio è bellissimo, ma come tutti i premi è ancora più bello se condiviso. A tutti gli amici comuni un invito: forza con le idee che ci mettiamo tutti insieme per chiedere il post che Nocciolina mi deve. Poi vedremo.

lunedì, settembre 27

Riflessioni ... post-traumatiche

 Non posso guidare, non riesco a camminare ancora per grandi distanze. Provo sulla mia pelle i disagi delle persone meno fortunate che sono costrette a dipendere dalla bontà altrui per usufruire dei diritti più elementari. Un’esperienza traumatica. In questi giorni di convalescenza mi sono accorto di quanto meravigliose siano tutte quelle piccole azioni quotidiane che ritenevo insignificanti e che comincio solo ora ad apprezzare, compreso il piacere di scrive e leggere le piccole cronache di vita quotidiana degli amici. Davvero in questo tempo gli sfoghi, le arrabbiature, gli aneddoti, le paure di tutti gli amici che in rete scrivono mi hanno aiutato a sentirmi meno solo, a sentirmi ancora vivo, L’ho già detto, ma vale la pena di ripeterlo, l’amicizia e l’affetto vanno al di là della vicinanza fisica. Mi mancano solo un po’ i post di Benzinagricola (che sono diventati rari) e quelli dei nani di LGO … a presto.

venerdì, settembre 10

Ritorno ...


 Ancora stampellato, con acciacchi vari e quasi tutto intero sono a casa. Mi sono goduto i meravigliosi temporali notturni sul lago quando la clinica era immersa nel silenzio e nella pace ( alle 20,30 coprifuoco, vista l’età media degli ospiti). Mi sono goduto i massaggi di avvenenti fanciulle che non sfigurerebbero tra i peggiori torturatori al servizio dei dittatori di mezzo mondo (per Benzina: niente pressione alle stelle quindi). Adesso, con calma, mi rifarò dai giorni di astinenza e leggerò piano piano i post arretrati degli amici e cercherò di ricominciare a scrivere. Ancora grazie della vicinanza ... 

giovedì, agosto 26

Convalescenza per lunga che tu sia ... (che palle)

Un grazie agli amici che hanno la costanza di seguire il blog. Voglio rassicurarli sul mio stato di salute anche se la settimana prossima mi attendono una quindicina di giorni di ricovero riabilitativo. L’unico vantaggio è che la clinica si trova sulle ridenti sponde del lago di Garda (bella consolazione). Prometto che inviero le foto … del lago, non le mie.

sabato, luglio 31

Bollettino medico

L'addetto stampa comunica che la vita continua (a casa) e la convalescenza procede tra letto, poltrona e passeggiatine (sempre in casa) in sedia a rotelle. Speriamo di uscire presto all'aria aperta e in modo autonomo. Un grazie a tutti gli amici ...

domenica, luglio 25

Pausa

Un intervento chirurgico, tanto pesante quanto inatteso, mi ha tenuto lontano dal blog. Non mi sono ripreso ancora del tutto e passerà un po' di tempo prima che possa tornare pienamente operativo. Intanto continuo a leggere i post degli amici ... a presto.

martedì, luglio 13

Crisi da riento

Sono partito per le vacanze pensando di vivere in un paese (quasi) democratico. Sono tornato e mi accorgo che l’ONU ha intenzione di inviare, in un prossimo futuro, una commissione per verificare che la Repubblica Democratica Popolare di Corea, governata da Kim Jong-il, non abbia cambiato continente.


Su proposta di LGO, accettata, cambio il tag del post. Mi sembra doveroso.

martedì, luglio 6

Vacanza studio


Chiuso alcuni giorni per vacanza studio
(con questi qua)

venerdì, luglio 2

Ci siamo? Quasi ...


Prima di tutto vennero a prendere gli zingari 
e fui contento, perché rubacchiavano. 


Poi vennero a prendere gli ebrei 
e stetti zitto, perché mi stavano antipatici. 


Poi vennero a prendere gli omosessuali, 
e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. 


Poi vennero a prendere i comunisti, 
ed io non dissi niente, perché non ero comunista. 


Un giorno vennero a prendere me, 
e non c'era rimasto nessuno a protestare.


B. Brecht  (Attribuita anche al pastore Martin Niemöller)

giovedì, luglio 1

Soli ...?

"E' inutile cercare di arrestare il progresso della conoscenza. L'ignoranza non è mai migliore della conoscenza"

Enrico Fermi

martedì, giugno 29

Autorizzazione

Sono stato autorizzato a leggere questo blog, che dice la verità e non inganna (quasi mai) i lettori. Si invitano quindi i lettori a non effettuare lo sciopero della lettura. Grazie.

venerdì, giugno 25

Brixia fidelis

Aspetto di vedere la lista dei criteri di assegnazione dei fondi, ma le perplessità sono molte  e restano tanti punti di domanda. “Offrire servizi su vari livelli”: se manca persino la carta igienica. “L’orizzonte invece d’ora in poi sarà un altro: i contributi saranno parametrati sulla capacità delle scuole di offrire servizi, formativi e non, su vari livelli. E di raggiungere obiettivi misurabili con un punteggio, individuati in più macroaree: dalle risorse umane a quelle strutturali e didattiche, dalle attività di sostegno e di inclusione sociale (integrazione) alla varietà dell’offerta formativa extracurricolare.” Risorse che dipendono dal ministero e dagli enti locali, stiamo freschi. E ancora “sono atout le iniziative per incentivare la partecipazione delle famiglie e quelle promosse in rete con altri istituti, come la presenza a scuola di un sistema di certificazione qualità (norme Iso), o la presenza di una prassi valutativa su abilità disciplinari e del comportamento.” Per fortuna è stata coinvolta la Gelmini che, se tutto funzionerà, proporrà il piano su scala nazionale.

giovedì, giugno 24

Minestrone ...

“Così, come se niente fosse, l'agonia sanguinaria della democrazia italiana viene proposta agli studenti per un'analisi asettica, con frasi edulcorate perché strappate al loro contesto storico. Mussolini viene messo nel mucchio, peraltro insieme a un altro campione del totalitarismo come Palmiro Togliatti. Tra Togliatti e Mussolini, l'incolpevole Aldo Moro e persino Giovanni Paolo II.
L'ultimo discorso di Matteotti. Quello sì che andrebbe letto e riletto, e poi dato ai giovani italiani per ricordare da dove veniamo. Eccone un brano: «Voi dichiarate ogni giorno di volere ristabilire l'autorità dello Stato e della legge. Fatelo, se siete ancora in tempo; altrimenti voi sì, veramente, rovinate quella che è l'intima essenza, la ragione morale della Nazione».
Sono parole nitide, che non hanno bisogno di revisioni dell'ultimora nel nome di un finto storicismo e di una insincera pacificazione. Sono parole che hanno 86 anni ma che rivolgiamo a chi, sfregiando Matteotti, ha la responsabilità "politica, morale, storica" di celebrare all'incontrario i 150 anni dell'Italia.”
Fare Futuro (Il Corsivo 24 giugno 2010)

Non so, non capisco. Non mi tornano i conti e la quadra non mi riesce ... forse è solo questione di punti di vista.

mercoledì, giugno 23

Svarioni e altro ...

Le tracce della prova scritta d’italiano per l’esame di maturità contengono, come al solito, degli svarioni. Quello che più mi ha colpito, da cultore della fantascienza, è stato il riferimento alla nota serie Star Trek che, nella foga degli estensori si è trasformato in Star Tre(c)k. Poco male. Quello che invece mi ha fatto molto male, pensando ai miei nonni e a mio padre, a quello che hanno passato al tempo del fascismo, è stata la citazione del discorso di Mussolini del 3 gennaio 1925 alla Camera. Mai in un esame di stato della Repubblica Italiana era stato citato un discorso in cui un capo di governo si assunse la responsabilità dell’assassinio di un rappresentante del Parlamento.

martedì, giugno 15

Esami 2010 ... prove INVALSI

Pacco, doppio pacco e contro pacco … e guai ai docenti se danno un “aiutino”. E poi alle prove di italiano assistano gli insegnanti di matematica, che notoriamente dopo una laurea sono analfabeti, e a quelle di matematica vanno bene tutti tranne quelli della stessa matematica e di tecnologia perché, si sa, i musicisti e gli artisti non sanno di numeri e di logica e non possono aiutare gli alunni. Poi, per favore, possibilmente insegnanti che rispondano alle caratteristiche di cui sopra, ma di altre sezioni. Essenziale che sappiano aprire un nastro incrociato termosaldato, altrimenti ... 

lunedì, giugno 14

Retribuzioni


A imperitura memoria degli stipendi dei proff.

domenica, giugno 13

Fine anno

A tutte le prof che passano di qua ...


e per i maschietti ... una bevuta insieme.




sabato, giugno 12

mercoledì, giugno 9

Aspettando le vacanze ...

Rigurgiti ...

La pensione mi sta stretta. Alzarmi la mattina con calma, fare colazione, leggere il giornale, portare il bassotto al parco … non è una vita che fa per me. Sono un uomo d’azione. Ho deciso, mi inventerò un’attività imprenditoriale. Cerco in rete quali siano le opportunità migliori e decido: visto i tempi che corrono aprirò un’azienda per fabbricare olio di ricino.

venerdì, giugno 4

... vagabondando per la rete

Leggo di tutto, anche sui siti che ideologicamente dovrei ignorare. La curiosità è tanta e a volte le sorprese sono gradevoli. Come questa.