martedì, dicembre 21

... anche da parte mia.

Ai Parlamentari Italiani (con poche eccezioni) 

Raccomandata A.R. 

Oggetto: notifica di licenziamento

Egregi Signori,
siamo spiacenti di informarVi che abbiamo deciso di rinunciare alla Vostra collaborazione. Tale provvedimento viene adottato per la seguente motivazione:  
  • sottrazione di beni aziendali nell'esercizio delle proprie mansioni (specie se fiduciarie)
  • condotta extralavorativa penalmente rilevante ed idonea a far venir meno il vincolo fiduciario
  • abbandono ingiustificato del posto di lavoro  
  • reiterate violazioni del codice disciplinare di gravità tale da condurre al licenziamento (basterebbe la rissa di ieri)
  • rifiuto ingiustificato e reiterato di eseguire la prestazione lavorativa/insubordinazione

Per i giorni di mancato preavviso non Vi verrà corrisposta alcuna indennità sostitutiva.
Vi invitiamo a prendere contatto con l'Ufficio Personale per il ritiro delle Vostre spettanze e dei documenti lavorativi.
 
Distinti saluti.

Il Popolo Italiano e, umilmente, Roberto il Grigio
(grazie a viv)

8 commenti:

viviana ha detto...

Grazie a Te :-D

gattonero ha detto...

P.S. alla lettera:
"E appena fuori dall'azienda vi saranno forniti un pigiama a righe, un piccone e un braccialetto elettronico. L'azienda vi darà un tetto e una branda per la notte; durante il giorno, sole pioggia o neve, picconerete la vostra prepotenza, la vostra cupidigia, la vostra sete di potere, il vostro parassitismo e la vostra insipienza.
Le righe del pigiama e i manici del piccone saranno in tinta blu, come ricordo delle auto blu che per decenni avete sfruttato in modo indecoroso
Una cosa sola non potrete picconare: la vergogna, che è l'unica 'dote' che vi manca. A quella penserà l'azienda, che oggi è costretta ad arrossire per conto vostro.
Per quello che avete fatto, e state facendo, non ci sarà limite temporale, né precariato, a questo tipo di assistenza; sarete assunti a tempo indeterminato, solo indicativamente fino alla fine dei vostri giorni.
P.P.S.: di quelli che 'si salvano' saranno resi noti quanto prima i nomi, anche se, secondo l'insignificante parere del poscrittore, non ce n'é neanche uno".

viviana ha detto...

Grazie gattonero della precisazione :-)

é stata aggiunta nei commenti :-)

il grigio ha detto...

@ gattonero: la lettera di viv ha suscitato un bel dibattito. Sto cercando di raccogliere i commenti dai vari giri di blog perché sono estremamente interessanti.
Io no so scrivere bene come molti di voi, ma condivido molte delle idee che mi vengono dagli amici. Quelle che non condivido mi fanno comunque riflettere e pensare e anche quelle sono un dono. Grazie a te.

il grigio ha detto...

@ gattonero: pedonami, non volevo dire di non condividere quello che hai scritto (accidenti alla fretta) :-))

Mario (wil) ha detto...

Roberto, apprezzo molto il tuo parere equilibrato. Esistono certamente eccezioni (meglio non fare di ogni erba un fascio, di fascisti ce ne sono fin troppi!), anche se son sempre più mosche bianche. Diciamo i politicanti per mestiere e non per idea non sono di sicuro un'invenzione dei giorni nostri...

Ciao

viviana ha detto...

Allora ripasso per la rassegna stampa :-)
Io sto tenendo d'occhio gli accessi e devo dire che con tutti gli indirizzi ip gli occhi cominciano ad abbandonarmi, complice la febbre :-P

Intanto non mi stanco di ringraziare chiunque abbia aderito anche a modo suo come gatto nero :-)
(ti avrei linkato ma non ho trovato il blog...)

'povna ha detto...

capisco l'idea delle eccezioni, anche se a me è più l'idea di licenziare che sdubbia. per quanto riguarda invece la totalità o meno del parlamento, credo che una legge del genere (per molto meno, e prevedendo un premio di maggioranza che scattava comunque a maggioranza assoluta, sia pur risicatissima, e non relativa, una legge analoga fu definita "truffa"), con la nomina diretta delle segreteria a causa delle liste bloccate, giustifichi ampiamente, viceversa, il pensiero che possano serenamente andare a casa tutti, a prescindere dal possibile sedicente impegno. farei eccezione per un solo senatore a vita, ma tutto sommato credo che la Montalcini possa sopravvivere splendidamente anche senza essere attrice, purtroppo non protagonista, delle dirette parlamentari.