mercoledì, gennaio 26

Nikolajewka 26 gennaio 1943



In ricordo di chi, con le scarpe di cartone, fu spedito nell'inferno russo. In ricordo di chi non tornò e di chi tornato non dimenticò più quella follia. In ricordo di mio padre, che tenne sempre per sé l'orrore di quei momenti, orrore che ho riscoperto solo riordinando i suoi appunti.

1 commento:

'povna ha detto...

"Cialtroni! Più nessuno crede alle vostre falsità, ci fate schifo: così la pensano i superstiti dell’immensa tragedia che avete voluto. Le vostre tronfie parole vuote non sono che l’ultimo insulto ai nostri morti. Raccontatela a chi la pensa come voi: chi ha fatto la ritirata non crede più ai gradi e vi dice: “Mai tardi. . . A farvi fuori ! “ (Nuto Revelli, "Mai tardi")