giovedì, marzo 17

A mio padre ...

... che oggi compirebbe novant'anni e che era uno di quei ragazzi, fortunatamente tornato.


“Dietro a ogni articolo della nostra Costituzione, o giovani, voi dovete vedere giovani come voi, caduti combattendo, fucilati, impiccati, torturati, morti di fame nei campi di concentramento, morti in Russia, morti in Africa, che hanno dato la vita perché la libertà e la giustizia potessero essere scritte su questa Carta”.

Pietro Calamandrei

4 commenti:

Mario (wil) ha detto...

Triste constatare come le parole di Calamandrei vengono quotidianamente vilipese, in particolare dalle massime istituzioni nazionali.

gattatitti ha detto...

prole bellissime troppo spesso dimenticate

lanoisette ha detto...

faccio gli auguri a tuo padre attraverso mio nonno, suo coetaneo.

La prof ha detto...

Eh, ma adesso che è aprile e c'è caldo, bisogna rinfrescare un po' il blog, su...
:-P