domenica, luglio 8

Cum-passio



Le cose non sono ancora cambiate da noi, quante generazioni ci vorranno perché cambino da loro?

2 commenti:

gattonero ha detto...

E' una coincidenza, vedi da me, se ti va.
Ci sono commenti a iosa, ma forse il tuo, tra tutti, è il più azzeccato. Nel mio post, sconvolto dal filmato, ho paragonato la situazione di queste bestie alle nostre bestie locali, segnalando che da inizio anno oltre sessanta donne sono state massacrate.
Le motivazioni di questa macellazione sono le stesse di quei "selvaggi": gelosia, adulterio (sempre femminile, quello maschile è tollerato, quando non esaltato), 'possesso' della donna come fosse una macchina o un animale.
La differenza è solo negli applausi del pubblico: là è un branco di bastardi (che Allah li fulmini), qui da noi è il singolo, coadiuvato dai famigli o dagli amici (che Dio li fulmini tutti) a mettere in atto queste bastardate.
Nonostante ciò, anzi proprio per questo, dobbiamo prendere atto che la nostra strada non è ancora completata, mentre la loro è ancora agli inizi.
Con i tempi che abbiamo, noi va a finire che la loro sarà completata, mentre la nostra sarà, come sempre, ancora in itinere.
Ciao, bello spunto.

il grigio ha detto...

@ gattonero: come scrivevo in un altro commento, le parole non sono il mio territorio allora amo usare anche le immagini ad integrare lo scritto. Lasciano al lettore maggiore spazio per riflettere ... Un saluto.
(non riesco a postare commenti sul tuo blog. Come faccio?)