martedì, aprile 29

Latitanza o letargo?

Ci sono momenti e momenti. In questi mesi, non dimenticando gli amici che continuo a leggere, mi sono virtualmente impigrito. Con la primavera spero termini il letargo. Intanto pianto fragole non per il piacer mio ma per quello di queste qui sotto.




6 commenti:

Murasaki ha detto...

Siamo sinceri: quest'anno la stagione del letargo praticamente non c'è stata, e siamo circondati da orsi e ghiri di malumore con grosse occhiaie.
Quella nella foto cos'è, il tuo nuovo avatar? ^__^
(comunque ben tornato alla luce. Si stava comodi, nel cavo dell'albero?)

ellegio ha detto...

Primavera? Qui sta tornando l'autunno :-)
Bentornato!

il grigio ha detto...

@ Murasaki: sì, è stato un letargo umido e anomalo e appena svegliato mi son dato alla cura di orto e giardino. Nella foto un rappresentante degli assassini delle mie fragole, curate e impagliate con tanto amore durante l'inverno, che devo contendere ai mostri cornuti con la casa sulle spalle. :-)

@ LGO: oggi, per dire, nuovo colpetto ai termosifoni :-(

La prof ha detto...

Ah, come ti capisco.

melchisedec mel ha detto...

Sono tremende le chiocciole e le lumache ancor di più. Cenere a volontà. Forse.

il grigio ha detto...

@ melchiseded: benvenuto. Cenere, birra, caffè provato di tutto. Le fragole sono comunque saporite.